Acqua senza barriere: l’area marina di Bergeggi (SV) aperta ai disabili

Dal 30 maggio al 1 giugno si svolgerà a Bergeggi, nell’ambito del progetto �Mare per tutti�, la manifestazione �Acqua senza barriere – La sconfitta della disabilit� nel 6� continente�, approccio al mondo sottomarino rivolto a persone diversamente abili.
L�iniziativa � stata promossa dal Savona Sub Center, operante sul territorio da oltre 16 anni e punto di riferimento nella didattica subacquea e nella tutela e valorizzazione dell�area marina di Bergeggi, e si avvale della pluridecennale esperienza di HSA Italia (Associazione Nazionale Attivit� Subacquee e Natatorie per Disabili onlus).
La filosofia dalla quale nasce il progetto � che le attivit� subacquee sono alla portata di tutti e chiunque pu� viverle in sicurezza in relazione alla propria fisicit� e autonomia.
Obiettivi della manifestazione sono la formazione di istruttori e guide subacquee per persone con disabilit� motorie e sensoriali, la realizzazione di una sessione didattica specificatamente studiata e organizzata per le persone diversamente abili al fine di abbattere definitivamente tutte le barriere che affliggono il quotidiano, incentivare la fruibilit� dell�area marina di Bergeggi.

La manifestazione si svolger� secondo il seguente calendario:

Venerd� 30 maggio alle ore 14 inizier� il Corso Istruttori e Guide Subacquee per persone disabili, curato da HSA Italia, corso che terminer� domenica 1 giugno alle ore 17.
Sabato 31 maggio, a partire dalle ore 9, avranno luogo il battesimo del mare e la didattica �Massima esecuzione dell�assetto�, con veicolo subacqueo per persone disabili, quest�ultima presso la palestra subacquea allestita dal Savona Sub Center nell�area marina antistante i bagni La Caletta a Bergeggi.

Sempre nella giornata di sabato, alle ore 17 nei locali della Biblioteca Civica �A. Cabiati� di Bergeggi, si svolger� una conferenza stampa alla quale parteciperanno, oltre ai protagonisti delle tre giornate, rappresentanti delle Amministrazioni pubbliche.
Il corso per istruttori e guide subacquee, nato dall�esperienza di HSA Italia e dello staff del Savona Sub Center, � destinato a riempire una lacuna spesso presente nelle scuole di subacquea; le esperienze di apertura ai disabili in questo campo stanno crescendo anche se sono ancora molto pochi i corsi strutturati in tal senso.
Il mare non avr� pi� barriere architettoniche grazie ad una categoria speciale di istruttori di subacquea formati e preparati per accompagnare i diversamente abili (non vedenti o con difficolt� motorie), all�esplorazione del mondo sottomarino.
L�impegno nell�organizzazione di un corso a livello nazionale per la formazione di nuovi istruttori nella subacquea per disabili � notevole.
I punti principali possono essere riassunti nel consentire al disabile la pratica subacquea nel modo pi� sicuro ed autonomo, adattare esercizi alla disabilit� al grado di mobilit� ad essa correlata, evitare un approccio di tipo terapeutico, non creare situazioni artificiali di immersione, creare un ambiente di ritrovo per tutti i sub, normodotati e disabili affinch� possano esercitare la passione per il mare.
Il corso non � rivolto solamente alla formazione di istruttori e guide subacquee, ma anche ai �compagni di immersione�, a tutti coloro che desiderano vivere la subacquea come una gratificante esperienza, imparando le tecniche per immergersi con un compagno disabile.
Si tratta di un�esperienza sorprendente e rivelatrice, fortemente stimolante anche per chi pratica questo sport da molto tempo.
La sessione didattica del sabato, dedicata alla massima esecuzione dell�assetto con veicolo subacqueo ha lo scopo di insegnare ai sub con handicap motorio, incapaci a pinneggiare, ad utilizzare in tutta sicurezza il veicolo a propulsione subacquea, permettendogli di ridurre considerevolmente lo sforzo fisico.
La palestra subacquea, attrezzata con ostacoli e bersagli, rappresenta il sito ideale in cui fare pratica con tale mezzo, prima di poterlo utilizzare con padronanza nelle immersioni ricreative.
Attraverso il percorso attrezzato, inoltre, i subacquei potranno mettere a punto il controllo dell�abilit� subacquea pi� importante, ovvero l�assetto, che permette di risparmiare energie e muoversi in acqua in modo efficace e sicuro.

FONTE:
IVG.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.