Desenzano del Garda (BS): Dal 16 al 19 Settembre si svolgerà il 2° Campionato Provinciale di Vela per Diversamente Abili

immagineAnche quest’anno “Svelare senza barriere” è alle sue battute finali: dopo sei mesi dedicati alle lezioni in acqua e a terra, l’entusiasmante Progetto rivolto ai diversamente abili, voluto e realizzato dal Gruppo Nautico Dielleffe di Desenzano, sta per concludersi e lo farà, come da tradizione, con il “II Campionato Provinciale” in programma nelle acque di Desenzano da mercoledì 16 a sabato 19 settembre. Dopo la pausa invernale, lo scorso mese di marzo, “Svelare senza barriere” (realizzato in collaborazione con l’Assessorato Sport e Tempo libero della Provincia di Brescia, presieduto dall’Assessore Fabio Mandelli, per affermare ulteriormente l’importanza della Vela come elemento di educazione, recupero, coinvolgimento e reinserimento nel sociale di tutti coloro che vivono nelle diverse abilità) era ripartito con le lezioni dedicate agli ospiti della Fondazione Castellini. Il Progetto, infatti, non si era esaurito nell’arco del 2008 ma è proseguito anche quest’anno coinvolgendo sempre maggiori realtà e Istituti: oltre alla Fobap Anffas di Brescia, all’Anffas di Desenzano-Rivoltella e alla Cooperativa Collaboriamo di Leno che avevano aderito all’iniziativa già dallo scorso anno, nel Programma 2009 sono stati inseriti anche alcuni ospiti della Fondazione Castellini, la residenza socio sanitaria onlus di Melegnano.

“Nel suo primo anno, Svelare senza barriere si è dimostrato un Progetto ambizioso e impegnativo ma di enorme soddisfazione che ha confermato le aspettative degli Organizzatori e dei partecipanti che hanno subito fatto richiesta di poter essere nuovamente coinvolti e inseriti nel calendario 2009. E così è stato.” ha spiegato il Presidente del GN Dielleffe Gianluigi Zeni “Da marzo a fine agosto, ogni giovedì (e alcuni venerdì) l’appuntamento è stato al Gruppo Nautico Dielleffe di Desenzano del Garda: lezioni di teoria presso la sede del Circolo, uscite in acqua sui due J24 e piacevoli momenti conviviali a terra per gli educatori, i volontari e per i diversamente abili. Tanto entusiasmo, allegria, ma anche impegno e voglia di imparare.” Lo scorso anno Svelare senza barriere si era articolato su più fasi di realizzazione: dopo aver acquistato due J24, due nuovi giochi di vele realizzati dalla Be1 Eurosails di Capezzano Pianore, gommoni e varie attrezzature didattiche, individuato gli Istruttori e la squadra operativa per l’assistenza tecnica e la sicurezza, si erano tenuti i corsi di vela mirati, riservati agli educatori e ai volontari con i quali le persone diversamente abili sono quotidianamente in contatto all’interno dei vari servizi. Si era poi passati ai corsi di vela mirati, riservati alle persone diversamente abili che avevano manifestato interesse ed attitudine per lo sport velico con lezioni di teoria e uscite a lago.

Ed infine, a settembre, si era svolta la prima edizione del “Campionato Provinciale per velisti diversamente abili” durante il quale otto equipaggi (costituiti da due persone diversamente abili, un accompagnatore responsabile e un osservatore dell’organizzazione), in rappresentanza della Fobap Anffas di Brescia, dell’Anffas di Desenzano-Rivoltella e della Cooperativa Collaboriamo di Leno, erano stati protagonisti di tre giorni di regate combattute e molto emozionanti, svolte secondo la formula del match race (tipo Coppa America) ad eliminazione diretta. Al termine degli scontri erano stati Lucrezia Bertoletti con Roberto Migliorati ed Emanuela Mombelli (Squadra B-Leno) ad aggiudicarsi il gradino più alto del podio dopo aver battuto in una finale combattutissima il Team H-Brescia formato da Giancarlo De Ferrari, Felice Bellantuono e Riccardo Cerqui. Seguivano nell’ordine le Squadre G-Leno (Ermanno Bresciani e Caterina Loffredo), e D-Brescia (Michele Maifredi e Davide Gilberti). La cerimonia conclusiva con la premiazione degli equipaggi alla presenza di tutti i concorrenti, delle Autorità e degli organizzatori nella piazza principale di Desenzano del Garda aveva concluso il programma 2008 che era stato inserito nel calendario ufficiale delle manifestazioni nautiche curato dal Comitato XIV Zona Federazione Italiana Vela (Lago di Garda e Trentino Alto Adige). L’idea di questo Progetto era nata dopo i ricorrenti incontri che negli ultimi anni il Gruppo Nautico Dielleffe aveva avuto con le persone diversamente abili (ospitati a bordo delle barche dei propri associati per uscite a lago ricreative), e dopo aver organizzato nel 2007 l’XI Campionato Italiano Match Race Homerus per velisti ciechi: il convincimento che tra loro potevano esserne individuati alcuni in grado di apprendere l’arte del navigare a vela non solo in chiave ricreativa ma anche in modo competitivo si è fatto sempre più concreto fino a quando, i Responsabili e gli Educatori dei diversi servizi nei quali le persone diversamente abili sono ospitate, interpellati sulla possibilità di realizzare il progetto hanno risposto con entusiasmo: “meraviglioso, si può fare!”.

Il nome dell’iniziativa è nato dalla volontà di svelare tanti aspetti che a molti sono, purtroppo, sconosciuti per mancanza d’informazione o per errati pregiudizi: senza barriere ha il duplice significato di barriere architettoniche e di barriere mentali, mentre la S vuole essere il simbolo di solidarietà, sociale, simpatia, sicurezza & sorrisi. Nel nome stesso del Progetto è indicato in misura chiara l’obiettivo dell’iniziativa: svelare la vela a persone diversamente abili al fine di consentire loro la pratica dello sport velico senza ostacoli anche se praticato agonisticamente. Il progetto desidera, infatti, svelare gli effetti positivi dell’attività velica quale strumento di intervento nelle varie aree del disagio sociale, fisico e mentale, il senso di libertà che, grazie alla Vela, viene provato dai portatori di handicap, quanto si possa fare per il sociale anche solo con un sorriso (ma sempre in piena sicurezza) con impegno tanto lavoro e professionalità, quanta potenzialità e voglia di imparare c’è nelle persone diversamente abili, che la Vela deve essere uno sport alla portata di tutti dove l’agonismo delle regate deve essere solo uno degli aspetti finali e non il principale, si possono abbattere tante barriere ritenute da molti insormontabili. Le varie fasi del progetto, le uscite a lago, le lezioni di teoria, le regate di allenamento, i momenti conviviali a terra, sono state riprese anche quest’anno dalle telecamere della Vrm di Angelo e Daniel Modina e seguite costantemente dai principali media e tv locali e nazionali grazie ad un ufficio stampa. Grande soddisfazione per come sta procedendo anche questo secondo anno del progetto da parte del presidente del GN Dielleffe Zeni “Siamo felici soprattutto, dell’entusiasmo che vediamo ogni volta nelle ragazze e nei ragazzi che, con i loro educatori, stanno partecipando all’iniziativa, e di sapere che in molti di loro ci sono stati considerevoli miglioramenti comportamentali. ” Soddisfazione anche da parte della Veleria coinvolta nel Progetto: “Siamo molto contenti di far parte di questa iniziativa” hanno commentato Marco Giannoni e Franco Ciccarelli, titolari della Be1 Eurosails “che ci ha permesso di portare il nome dell’artigianato versiliese e il nostro marchio non solo sui campi di regata ma anche nel sociale. ” Appuntamento, quindi, a Desenzano da mercoledì 16 a sabato 19 settembre, presso il Gruppo Nautico Dielleffe con il “II Campionato Provinciale per velisti diversamente abili” e sabato 19 alle ore 16, nella piazza principale di Desenzano del Garda (piazza Malvezzi) per la cerimonia conclusiva e la premiazione degli equipaggi: una vera e propria festa alla presenza di tutti i concorrenti, delle autorità e degli organizzatori che premierà non solo i vincitori ma tutti i partecipanti.

FONTE:

ItaliaVela.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.