Raccolte 1200 firme per l’accelerazione dell’iter sula Legge della Dislessia

In pochi giorni sono state raccolte più di 1200 firme per l’approvazione immediata della legge su dislessia e gli altri disturbi specifici di apprendimento (disgrafia, disortografia e discalculia), in discussione al Senato dopo l’approvazione all’unanimità da parte della Camera il 9 giugno. L’accorato appello, promosso da una mamma vicentina, Laura Ceccon, e sostenuto su Facebook da molti genitori ma anche da numerosi insegnanti e tecnici sanitari di tutta Italia, chiede al Senato e in particolare alla Commissione Istruzione di affrettare l’iter di una legge che staziona in Parlamento da ormai 10 anni.

Una legge, che riguarda circa 350mila giovani, il 5% circa degli alunni italiani e, che finalmente dovrebbe riconoscere “non solo la particolarità dei bisogni formativi ed educativi degli studenti dislessici/Dsa, ma anche la necessità di una diagnosi precoce, il diritto all’utilizzo degli strumenti compensativi e a una didattica flessibile mirata alle esigenze di questi ragazzi”, si legge nell’appello.

Si tratta di un provvedimento tanto atteso perché di mezzo, sostengono i 1200 firmatari, “c’è il futuro di tanti bambini e ragazzi intelligenti che non riescono a leggere, scrivere e operare con i numeri con la stessa naturalezza dei loro compagni. Per apprendere e mettere in campo tutte le loro capacità hanno solo bisogno di modalità didattiche diverse, capaci di bypassare le difficoltà strumentali”. Il testo può essere firmato online su facebook.

FONTE:

SuperAbile.it

Nessun commento presente

Lasciaci un tuo commento:





Nota: Tutti i commenti sono moderati, quindi ci vorrà un pò affinché essi siano online.