Musicoterapia: Un grande aiuto per coloro che hanno difficoltà

L’amministrazione comunale di Monfalcone (Gorizia) sosterrà anche negli anni scolastici 2010/2011 e 2011/2012 il progetto didattico “Laboratorio di musicoterapia Educativa”, nato nel 2002 a cura dell’Istituto comprensivo Giacich e, dall’anno scolastico 2007/2008, proseguito dall’Istituto comprensivo Randaccio, nominato capofila del progetto. Il progetto, rivolto a tutti i bambini delle scuole d’infanzia e primarie cittadine, con particolare riferimento ai bambini con difficoltà di comunicazione, mira, attraverso l’elemento sonoro–musicale, a prevenire e limitare il disagio e favorire la socializzazione e l’integrazione, stimolando e incentivando la spontaneità e la creatività dei bambini per sviluppare i potenziali umani che emergono anche in casi di handicap. La musica è utilizzata come mezzo per favorire lo sviluppo del bambino dal punto di vista intellettuale, espressivo-comunicativo, emotivo-affettivo, psicomotorio, relazionale ed aiuta a superare blocchi emotivi e a prendere coscienza delle proprie potenzialità.

La decisione dell’amministrazione di sostenere il progetto anche per gli anni futuri è stato ufficializzato negli scorsi giorni con una delibera giunta. A giugno infatti era scaduta la convenzione stipulata nell’ottobre 2008, tra l’ente e l’Istituto Randaccio per gli anni scolastici 2008/2009 e 2009/2010, in virtù della quale, il Comune ha erogato, a sostegno del progetto un contributo pari a 7.500 euro per ciascun anno scolastico. Il progetto è stato rivolto a tutti gli istituti scolastici cittadini e precisamente alle scuole primarie e secondarie dell’Istituto Randaccio, dell’Istituto Giacich e della Direzione didattica D’Aosta, per un totale complessivo di 66 alunni disabili nello scorso anno scolastico. Alla luce degli ottimi risultati raggiunti e dell’aiuto effettivo offerto ai ragazzi che hanno potuto migliorare il proprio livello di comunicatività e di vita, la dirigente dell’Istituto Randaccio, Alessandra Conte Romani, aveva quindi inoltrato istanza di adesione dell’amministrazione al progetto anche per gli anni scolastici 2010/2011 e 2011/2012.  L’amministrazione considerata la validità dell’iniziativa, visto il rilevante numero di alunni disabili e la stretta correlazione con gli obiettivi dell’ente stesso ha accolto la richiesta e ha confermato di aderire al progetto “Laboratorio di musicoterapia educativa” per due ulteriori anni scolastici, sostenendolo finanziariamente con un contributo di 4.500 euro per ciascun anno. È stata quindi approvata una nuova convenzione di sette articoli, con cui è stato ufficializzato il sostegno finanziario al progetto.

FONTE:

Disabili.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.