A Treviso oggi si terrà un convegno su ” I Sordi tra Lingua e Identità: Percorsi di Bilinguismo”

Mentre oggi i sordi di tutta Italia protestano per l’approvazione della legge sulla Lingua dei segni, sabato a Treviso si parlerà in maniera propositiva delle possibilità offerte dalle attuali metodologie mediche e pedagogiche per integrare davvero le persone non udenti nella società. La sezione Ens – Ente Nazionale Sordi – di Treviso ha organizzato un convegno dal titolo “I sordi tra lingua e identità: percorsi di bilinguismo”, cui interverranno alcuni importanti esperti di settore per fare il punto sul tema della formazione della persona sorda, analizzando le alternative disponibili, in modo da evitare come successo spesso finora che le dispute fra diverse scuole e diversi specialisti imponessero metodi a senso unico.

Il presidente della sezione ENS di Treviso, Carlo Righetto, spiega così le motivazioni del convegno: “Non c’è un metodo unico per l’educazione del bambino sordo. L’integrazione scolastica e sociale è fondamentale per una buona crescita intellettiva e per il conseguimento della realizzazione personale del bambino disabile, minorato sensoriale o normodotato che sia. Le difficoltà che può incontrare un bambino sordo sono innanzitutto correlate al fatto che questa disabilità spesso risulta ‘invisibile’, spesso non ci si accorge della problematica a meno che non ci si rapporti in un contatto diretto verbale con essi. La disabilità, però, può comportare anche altri tipi di problemi legati all’apprendimento. In special modo se non si intuisce subito il tipo e la gravità della minorazione uditiva e i bisogni e potenzialità del bambino sordo. I metodi e gli approcci educativi utilizzati per l’istruzione sono molteplici e seguono vari tipi di correnti con proprie particolarità ed obiettivi, per questo sono fondamentali per un corretto sviluppo delle abilità linguistiche ed espressive. La terapia perfetta non esiste, ma conoscendo il bambino, la sua psicologia e le sue necessità si può scegliere il percorso migliore: bilinguismo, impianto cocleare, LIS o compartecipazione di questi”.

Il punto cruciale dell’incontro di Treviso è mettere a confronto diverse possibilità ed esperienze e per farlo ci sarà un nutrito gruppo di studiosi provenienti da ambiti diversi: psicologi, pedagogisti, medici, docenti, logopedisti. Alcuni dei relatori sono persone affette da sordità anche grave che hanno superato questo ostacolo, conseguendo titoli accademici e dicendosi poi alla ricerca o alla riabilitazione. È questo il caso della dottoressa Lia Rusca, attualmente direttore della Struttura Complessa di Medicina Riabilitativa dell’Ospedale di Biella o di Renato Pigliacampo, psicologo e dirigente della Asl di Recanati, oppure di Caterina Bagnara, ex borsista alla Gallaudet University. Ci saranno poi il professore Francesco Pavani, associato di psicologia generale a Trento; due esperte di logogenia, Elisa Franchi e Silvia Dalla Riva; una direttrice di Scuola d’Infanzia dell’Istituto dei Sordi di Torino, Marianna Luca, e il vicedirettore di un istituto per bambini sordi in provincia di Modena, Massimo Baraldi. Infine si presenta particolarmente interessante l’intervento di Elena Radutzky, studiosa americana che attualmente vive e lavora in Italia, pedagogista e linguista, consulente scientifico per la produzione di materiale multimediale per bambini sordi. Il titolo del suo intervento è ambizioso: “Multilinguismo per tutti!” e parte dal presupposto che gli studenti sordi, come quelli udenti, non devono accontentarsi di una sola lingua, perché la formazione e il lavoro oggi richiedono la capacità di apprendere e comunicare in più idiomi. Il convegno, che si tiene sabato 16 ottobre al BHR Treviso Hotel di Quinto di Treviso, ha un fitto calendario di lavori. Si parte dall’accreditamento alle 8.15, cui seguiranno i saluti delle autorità. Gli interventi si susseguiranno tutta la mattina e il pomeriggio con uno spazio finale per il dibattito. Chiuderà il lavori la presidente nazionale ENS, Ida Collu.

Riferimenti Contatto

Carlo Righetto
ENTE NAZIONALE SORDI | Sezione Provinciale di Treviso
Via S.Elena Imperatrice, 31
treviso@ens.it
0422 262582

Ufficio Stampa

Elena Chincarini
Canarywharf
Via E.Maccani, 13
38121 Trento Italia
elena@canarywharf.it
366 6449212

FONTE:

Informazione.it

Nessun commento presente

Lasciaci un tuo commento:





Nota: Tutti i commenti sono moderati, quindi ci vorrà un pò affinché essi siano online.