La Storia di Marinella Raimondi colpita dalla SLA raccontata in un libro dal titolo “Cosa importa se non posso correre”

La lettera era firmata da Marinella Raimondi, insegnante di tedesco nelle scuole superiori, sposata, due figlie, che alla soglia dei quarant’anni si è trovata nel “ciclone” di quella grave malattia neurodegenerativa progressiva – la sclerosi laterale amiotrofica (SLA) – che colpisce i motoneuroni, ovvero le cellule nervose cerebrali e del midollo spinale, e che a poco a poco l’ha privata di ogni movimento.

A Trento Il 12 Ottobre verrà presentato il libro “Svegliati Simone” Scritto dalla Madre

E proprio quattro anni dopo il fatto, lunedì 12 ottobre a Trento (Palazzo Geremia, Via Belenzani, 20, ore 18), il libro verrà presentato a cura della FNATC (Federazione Nazionale Associazioni Trauma Cranico) – organizzazione che raccoglie ventiquattro associazioni in tutta Italia, che si occupano di pazienti, soprattutto giovani, con gravi cerebrolesioni acquisite – e dell’Associazione Amici di Simone di Rovereto (Trento).

La Biblioteca di Busto Arsizio si è attivata per rendere fluibile una serie di libri per i non vedenti, ipovedenti e dislessici

L’ importante attività di questa associazione, attiva sin dal 1975, provvede alla distribuzione – gratuita e in prestito – di libri registrati (audiolibri) su cassetta, CD o MP3.Non vedenti , ipovedenti e dislessici potranno trovarsi direttamente su un qualsiasi riproduttore multimediale come per esempio l’iPod, il libro desiderato, da scegliere in un catalogo di oltre 7.000 titoli.