La Regione Veneto decide gli indirizzi per il 2005 a sostegno dei disabili gravi

Sedia a rotelle in cerchio gialloA questo scopo è stato assegnato un finanziamento complessivo, per il 2005, di Euro 6.518.000. Il provvedimento è relativo alla legge 162 del 1998 che riguarda gli interventi a favore delle persone con disabilità grave in condizioni di non autosufficienza e/o ridotta autonomia personale e quelli per le persone disabili in condizione di gravità che possono, tuttavia, gestire la quotidianità, migliorando l’autonomia, la mobilità e l’integrazione sociale, avvalendosi di persone appositamente assunte mediante rapporto contrattuale specifico (vita indipendente). In particolare, esso si indirizza a interventi integrativi rispetto a quelli già consolidati nel settore dell’handicap, rivolti soprattutto all’ assistenza domiciliare e all’aiuto personale, all’istituzione di servizi di accoglienza per periodi brevi e di emergenza. Le Aziende Ullss dovranno trasmettere entro il 31 maggio prossimo alla direzione regionale dei servizi sociali, per l’assegnazione del contributo regionale, le graduatorie dei progetti individuali approvati e il relativo fabbisogno. Del finanziamento complessivo assegnato 484 mila euro saranno destinati ai centri multizonali per interventi a favore dei ciechi con pluriminorazioni, 2.130.000 euro saranno destinati alle Aziende Ullss del Veneto su base demografica e quindi in proporzione alla popolazione residente (legge 162 del 1998) e 4.000.000 di € per il progetto “Vita Indipendente” basato sempre per il 20% su base demografica e per l’80% in base ai progetti individuali attivi in ciascuna Azienda Ulss.

REGIONE.VENETO.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.