San Casciano in Val di Pesa (FI): Mostra da “toccare”

La porta degli Uomini e la porta degli Dei, di Giuseppe Lorenzi, si potranno toccare. È questa, in estrema sintesi, la notizia che ci arriva direttamente da San Casciano in Val di Pesa (FI), dove, sabato 8 novembre, viene inaugurata la mostra che contiene anche le due opere tattili. Dalla collaborazione tra il Comune di San Casciano e la Fondazione Monte Paschi di Siena, nascono le due stele che, oltre ad essere osservate, possono anche essere toccate da chiunque voglia approfondire la relazione con l’opera  d’arte. In particolare, il bassorilievo su pietra si presta alla  ricognizione tattile da parte di soggetti con gravi problemi visivi che possono in tal modo “vedere” l’opera d’arte nella sua totalità.

Al fine di rendere “leggibile” l’informazione, sono stati poi stampati degli inviti, all’interno dei quali è inserito un cartoncino in braille riportante le specifiche dell’evento ed un fascicolo formato A4 di 4 pagine in braille, fronte retro, dove vengono fornite varie notizie relative all’opera. Per facilitare la lettura tattile delle immagini incise su pietra, vicino alla stele è stata posizionata una targa sulla quale sono incise (con dimensioni in scala) le due immagini scolpite sulla pietra e una breve scritta in braille. Le dimensioni delle stele sono ragguardevoli: 240 per 140 per 40 centimetri. Il materiale usato, invece, è il travertino di Saturnia. L’appuntamento allora è a San Casciano in Val di Pesa (FI) presso il Giardino di Santa Chiara d’Assisi per una mostra che segna il passo sull’accessibilità universale al patrimonio artistico e architettonico italiano.

FONTE
SuperAbile.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.