Cosenza: Il Progetto Semaggins sviluppa 5 seminari su nuove tecniche informatiche per i disabili visivi

Un ciclo di Seminari di aggiornamento rivolti a insegnanti di sostegno e/o familiari di non vedenti sulle metodologie e strumentazioni attinenti le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione, comprensivi degli hardware e software usati in questo campo dai disabili visivi (ciechi e ipovedenti).

E’ il progetto Semaggins, una speciale formazione organizzata dall’ Istituto di Ricerca, Formazione e Riabilitazione I.Ri.Fo.R.-Onlus, Sezione Provinciale di Cosenza, diretta emanazione dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus, con il sostegno finanziario della Provincia di Cosenza- Assessorato alle Politiche Culturali, ufficializzato nella Sala degli Stemmi della sede dell’Amministrazione.

Presenti il Presidente Mario Oliverio, l’Assessore alle Politiche Culturali Stefania Covello, il Presidente Provinciale dell’Unione Italiana dei Ciechi di Cosenza Pietro Testa, il Presidente Nazionale Unione Nazionale Volontari Pro Ciechi Vito Romano ed il Direttore Provinciale dell’I.Ri.Fo.R. Massimo De Buono.

L’incontro è servito ad illustrare i dettagli dell’importante progetto che intende essere non solo un ulteriore supporto alla realizzazione della più proficua possibile integrazione scolastica dei non vedenti e degli ipovedenti, ma anche uno strumento che consenta a chi lavora in questo settore di avvicinarsi con modalità e responsabilità diverse ad un portatore di minorazione visiva.

Il corso per insegnanti di sostegno che operano con soggetti portatori di handicap visivo- è stato detto- prevede un ciclo di 5 seminari di approfondimento degli strumenti tiflo-didattici e delle nuove tecniche informatiche ad uso dei disabili visivi, utili alla piena integrazione.

Il corso, strutturato in moduli, illustrerà ed amplierà la conoscenza sulle nuove tecniche informatiche di acquisizione dei dati (testi scolastici, riviste, banche dati, altro), grazie ai nuovi hardware e software di utilizzo per PC quali gli ingranditori ottici, i programmi Magic, lo scanner vocale (che permette di leggere i testi stampati in nero), la sintesi vocale JAWS (che legge ciò che si vede sullo schermo del PC), la barra braille, le banche dati in cdrom, l’uso di Internet, della posta elettronica, la stampa con le stampanti braille.

Come annunciato nel corso della presentazione di Semaggins, le Scuole Elementari e Medie dei Comuni di Casole Bruzio, Corigliano, Cosenza, Longobucco, Montalto Uffugo, Rende, Rossano e Rovito collaboreranno all’iniziativa.

“L’avvio dei seminari- ha dichiarato il Presidente Oliverio- è un tassello significativo di un percorso più articolato intrapreso da una istituzione come la Provincia di Cosenza che crede doveroso lavorare per affermare realmente diritti e parità, in particolare nel mondo della disabilità, e realizzare integrazione sociale e culturale. E’ in questo senso particolarmente significativa l’intesa con l’Unione Ciechi, con la quale abbiamo avviato altre iniziative come l’apertura dello sportello Internet Social Point.

“Attraverso il ciclo di seminari abbiamo voluto dare ‘sostegno’ all’attività di insegnanti che possono aiutare l’evoluzione didattica e culturale dei non vedenti e degli ipovedenti, essenziale alla loro piena autosufficienza” ha rimarcato l’Assessore Covello, cui ha fatto eco il presidente Testa che, dopo aver sottolineato come quella di Cosenza sia una delle Province in Italia più sensibili ed attive verso le problematiche delle persone con disabilità visive, ha espresso tutta la preoccupazione legata agli effetti dei tagli della riforma dell’Istruzione che possono porre i ciechi e gli ipovedenti, soprattutto bambini e ragazzi, in condizione di difficoltà. “I seminari sono per loro un grande aiuto” ha affermato al proposito.

Significative, poi la parole di Vito Romagno: “Il cieco è una persona come le altre, che presenta una grave difficoltà sensoriale che può essere rimossa se vengono a lui forniti gli strumenti e le didattiche idonee per la piena integrazione.”

I seminari Semaggins partiranno entro la fine del mese di Novembre.

FONTE:
EbeteInFiore.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.