L’Assistente torna sullo Scuolabus dei Disabili

Si chiude con un lieto fine la vicenda che ha per protagonisti quattro bimbi disabili, cui era stata tolta la possibilità di salire sul pulmino giallo della scuola. Da oggi torneranno ad andare a scuola, fianco a fianco, con i propri amici.
La soluzione sembrava essere quindi, quella di far salire i quattro su uno dei mezzi speciali che accompagnano a scuola gli alunni diversamente abili. L’altra settimana, l’assessore ai Servizi sociali e famiglia Stefano Bertacco aveva fatto sapere di aver perso provvedimenti e studiato una soluzione in sinergia con l’assessorato all’Istruzione. La situazione si è chiarita definitivamente solo qualche giorno fa, quando ai genitori è arrivata la comunicazione che da questa mattina i bimbi avrebbero comodamente potuto riprendere posto tra i sedili dello scuolabus, accanto ai compagni. Ad accompagnare i quattro, ci sarà di nuovo la stessa assistente che prestava servizio prima dell’interruzione. «Saremmo ancor più contenti se la situazione precedente l’interruzione si ristabilisse esattamente uguale», aveva commentato l’assessore Bertacco. La signora in questione è stata contattata e ha accettato di tornare a ricoprire il suo incarico. E ora i quattro bimbi potranno proseguire nel loro percorso di integrazione anche durante il tragitto casa-scuola. Ha 10 anni, frequenta le scuole elementari Milani a borgo Roma ed era stato lasciato a piedi dallo scuolabus.
Diverso però il contesto della questione. Pur avendo la mamma, Erica Melegatti, regolarmente iscritto il bimbo al servizio di trasporto da e per la scuola, al quale aveva aderito anche lo scorso anno, sul pulmino non c’era fisicamente posto. «Il Comune conferma che mio figlio è in graduatoria ed ha diritto al trasporto. Risultato: sto accompagnando io il bimbo a scuola, ma mi è arrivata via posta la quota del pulmino da pagare», si era sfogata Melegatti sul nostro giornale. «Ho ricevuto chiarimenti dal Comune, e questa mattina il mio bimbo salirà finalmente sullo scuolabus».

FONTE:

L’Arena.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.