A Parma adeguamento delle linee del trasporto pubblico per i disabili motori e non vedenti

Ulteriore adeguamento delle fermate delle linee del trasposto pubblico alle esigenze dei disabili motori e non vedenti; adeguamento di altri impianti semaforici ai non vedenti e ipovedenti; istituzione di nuovi stalli di sosta dedicati a persone invalide nel centro storico; attivazione di un nuovo sistema di rilevazione abusi nei parcheggi per disabili; prosecuzione dell’incentivazione tariffaria al tpl per gli anziani con più di 70 anni (progetto “Carta d’argento”).

Queste le azioni su cui si concentrerà l’Amministrazione comunale che, così, intende completare nel 2009 le opere del primo stralcio del Piano della mobilità per le fasce deboli, avviato nel 2006 in collaborazione con Tep e Infomobility.

“Abbiamo aggiunto – spiega l’assessore all’Agenzia Disabili Giovanni Paolo Bernini – un altro tassello importante per realizzare una città amica delle persone con disabilità. La mobilità è possibilità di muoversi liberamente negli spazi urbani, è libertà di scelta, scegliere come vivere la propria vita e la propria città. Accessibilità e mobilità sono anche le due parole chiave del Libro Bianco che il Comune di Parma, come comune capofila, insieme al Ministero del Welfare sta redigendo, al fine di stilare delle linee guida su accessibilità e mobilità urbana per tutti i comuni italiani.

Adeguamento delle fermate della linea urbana di trasporto pubblico locale n. 23 alle esigenze dei disabili motori e non vedenti
Verrà progettato un intervento di riqualificazione delle fermate della linea 23, attualmente non accessibili ai disabili motori e ai non vedenti.
Più precisamente, il progetto prevede la realizzazione di nuove piazzole dove la fermata è attualmente costituita dalla sola palina senza alcun marciapiede di attesa, l’adeguamento dei cordoli se la fermata esiste ma non risulta a norma, la sola realizzazione della pavimentazione tattile dove essa è assente.
Costi: € 270.000
Lavori a carico di Infomobility
Tempi: conclusione dei lavori entro il 30/6/2009

Adeguamento di ulteriori impianti semaforici ai non vedenti/ipovedenti
Dopo gli interventi effettuati nel 2007 sugli impianti semaforici Fratti – Bottego – Garibaldi, Ponte Dattero, Ponte Caprazucca, Torelli – Battei, Milazzo – Villetta, Farini – Martiri Libertà – Solforino – Berenini, Gramsci – Osacca, Ponte di Mezzo, Emilia Ovest – Cremonese, (oltre ai già realizzati Mazzini – Garibaldi, Langhirano – Montanara, Montebello – Cella) nel 2009 si pensa di intervenire sui seguenti impianti: viale Bottego – viale Toschi – via Verdi; via Repubblica – str. XXII Luglio; viale Tanara – via Toscana (a chiamata pedonale); viale Mentana – b.ra Repubblica (a chiamata pedonale); via Langhirano – via Berzioli; viale Milazzo – p.le Marsala (a chiamata pedonale); via Po – Piccole Figlie (a chiamata pedonale); via Montebello – scuola Don Milani (a chiamata pedonale); str. ne Martiri della Libertà – Stadio (a chiamata pedonale); viale dei Mille – viale Vittoria – str. del Quartiere (a chiamata pedonale); via Emilia Est – via Lagastrello – via del Bono; via Montebello – via Cella (sostituzione sistema esistente con uno di nuova generazione); via Cremonese – via Emilia Ovest (sostituzione sistema esistente con uno di nuova generazione).
Costi: € 100.000
Lavori a carico di Infomobility
Tempi: entro il 30/6/09

Istituzione nuovi stalli di sosta dedicati a persone invalide munite di apposito contrassegno nel centro storico
Il Servizio Mobilità, dopo opportuna istruttoria tecnica, valuterà ove istituire nuovi stalli di sosta oppure razionalizzare i parcheggi già esistenti in modo di ottimizzare il rapporto fra la domanda e l’offerta degli stessi.
Costi: € 10.000
Lavori a carico di Infomobility
Tempi: in corso di realizzazione. Completamento entro il 30/6/09

Attivazione nuovo sistema rilevazione abusi nei parcheggi per disabili
L’Amministrazione sta avviando un sistema tecnologicamente avanzato di rilevazione degli abusi negli stalli di sosta dedicati alle persone invalide in modo da garantirne un corretto utilizzo.
L’avvio di questo sistema consentirà al personale della Polizia Municipale e degli ausiliari della sosta di verificare in tempo reale se l’auto parcheggiata è titolata a farlo (ovvero se il permesso non è contraffatto o se non è scaduto) ed eventualmente di sanzionare celermente.
Costi: € 25.000
Lavori a carico di Infomobility
Tempi: già realizzato

Prosecuzione incentivazione tariffaria al tpl per gli anziani con più di 70 anni (progetto “Carta d’Argento”)
Oltre all’incentivazione tariffaria prevista dai Servizi sociali destinata ad anziani e disabili che rientrano nei requisiti fissati dalla Regione Emilia – Romagna, l’assessorato alla Mobilità dal 2003 sta realizzando per gli anziani il progetto denominato “Carta d’Argento”.
L’Azienda Tep S.p.A. provvede a rilasciare biglietti e abbonamenti a tariffa agevolata da riservare agli utenti del servizio di trasporto pubblico urbano di età uguale o superiore ad anni 70 prevedendo che il Comune di Parma integri il differenziale alla tariffa piena.
Gli uffici abbonamenti dell’azienda TEP rilasciano, agli aventi diritto residenti nel Comune di Parma che ne facciano richiesta, la tessera di riconoscimento “Carta Argento” i cui titolari hanno quindi la possibilità di acquistare i titoli di viaggio “Carta Argento” a tariffa scontata.
L’abbonamento semestrale personale scontato ammonta a € 90,00 (beneficiando di un’integrazione comunale di € 30,00) acquistabile presso gli uffici abbonamenti Tep e il biglietto urbano orario scontato ammonta a € 0,65 acquistabile presso le biglietterie Tep e le rivendite autorizzate di titoli di viaggio.
Costi: si prevede una spesa annua di € 140.000

FONTE:

ParmaDaily.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.