Una Donna Disabile in Carrozzina Muore d’infarto per una rapina

E lei, 50 anni, disabile in carrozzella e affetta da insufficienza respiratoria, s’è insospettita. Quindi ha pensato di tirare dritta a casa, in via Milano, dove l’aspettavano gli anziani genitori. Felicia ha dunque pensato alla rapina: l’abitazione le è parsa troppo lontana, meglio deviare per Via Falcone e riparare in un cortile dove abita un’amica. Proprio lì s’è consumata l’aggressione.

In un primo tempo sembrava che Felicia Castaniere, avesse superato la brutta avventura: subito soccorsa le era stata offerta dell’acqua ed era stata rassicurata sul fatto che tutto fosse finito. La donna aveva tentato di mettere in moto la carrozzina per ritornare a casa. In pochi secondi s’è accasciata colpita da un infarto che l’ha stroncata. La salma di Felicia Castaniere è stato portata nella sala mortuaria dell’ospedale di Giugliano. Sono stati eseguiti numerosi posti di blocco tra Casandrino e in altri comuni a nord di Napoli a caccia dei malviventi.

La Castaniere era molto conosciuta a Casandrino perchè da sempre impegnata nel sociale e tra i responsabili della sezione locale dell’Associazione provinciale dei disabili. Inoltre era impegnata nel volontariato cattolico. Un fratello della vittima, Alessandro Castaniere, è consigliere comunale del piccolo comune alle porte di Napoli. Lancio un appello alla stampa perchè questa storia non sia dimenticata, perchè una disabile non può morire così»

FONTE:

IlTempo.IlSole24ore.com

2 pensieri su “Una Donna Disabile in Carrozzina Muore d’infarto per una rapina

  1. AZZZZZZZO……non posso dare la mia opinione…..non riesco ad usare parole che non sono volgari.

  2. E’ una vicenda orrenda, indescrivibile: speriamo che trovino i responsabili al più presto possibile, per essere sottoposti alla giustizia.
    Ora vorrei riportare questo articolo sul mio blog per far girare la notizia affinché non accade più……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *