A Spoleto inaugurate 2 nuove strutture socio-riabilitative ed educative per i disabili

Palestra RiabilitazioneSono state inaugurate oggi a Spoleto due strutture socio-riabilitative ed educative per disabili. Il servizio si articola dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 19.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00. L’Operatore interviene sugli aspetti riabilitativi al fine di stimolare e coordinare la relazione fra gli utenti, anche attraverso la realizzazione di varie attività all’interno e all’esterno della struttura, stimola la socializzazione e l’integrazione dell’utente con il territorio e ne sostiene l’autonomia personale e relazionale, mediante l’adozione di attività riabilitative basate su tecniche e linguaggi non convenzionali. La sede di Via Amadio è il frutto della solidarietà cittadina espressa attraverso la raccolta fondi del Cerchio Onlus e la collaborazione delle Associazioni dei famigliari Peter Pan e AIAS.

Grazie a questi contributi e all’impegno diretto della Cooperativa Sociale Il Cerchio i locali sono stati interamente ristrutturati attrezzandoli con una vasca idromassaggio, una stanza computer, un piccola palestra, un locale attrezzato per attività musicali, una stanza “delle piume”, ovvero attrezzata con materiali e rivestimenti interamente in materiali morbidi, una stanza per il riposo, la sala da pranzo, il soggiorno, un piccolo giardino e tutti gli altri spazi di servizio e funzionali alla fruizione della struttura.L’altra struttura, la cui inaugurazione si è tenuta al Centro Civico S. Nicolò, si chiama “Articolo Uno” ed è ospitata, secondo un progetto contenuto nei Contratti di quartiere, in attuazione del programma di recupero e riorganizzazione urbanistica ambientale e socio economica, in cinque ampi e luminosi locali al primo piano della cosiddetta Torre Telematica, in parte dell’edificio contiguo, con cui rappresentano un’unica unità abitativa, e un locale al secondo piano adibito prevalentemente a sala da pranzo.

La strutturazione degli spazi prevede l’accoglienza di circa 27 utenti e 8 operatrici/operatori. “L’articolo uno”, uno dei tre centri che da ora rappresentano la rete dei Centri Diurni Socio Riabilitativi ed Educativi per disabili adulti del distretto n. 2 della ASL 3 e del Comune di Spoleto, agisce in rete in rete con il centro “young people” di via Amadio, e il centro “millecose” al centro direzionale I Pini. I tre centri Centri Diurni Socio Riabilitativi ed Educativi garantiscono assistenza e programmi educativi/ricreativi per l’intero arco dell’anno ad utenti con handicap gravissimo, grave e medio grave. L’accesso al servizio è determinato dagli uffici competenti della A.S.L. n° 3 e del Comune di Spoleto, su parere del Gruppo Tecnico di Lavoro. Sono collegati ad un sistema di rete territoriale, istituzioni, associazioni, iniziative pubbliche, che garantisce risorse per l’integrazione sociale. Le attività perseguono obiettivi di integrazione, socializzazione, sviluppo delle autonomie, mantenimento delle capacità residue. Il servizio realizza una serie di laboratori sia pratici che espressivi, più attività motorie e attività multimediali.

FONTE:

SpoletOnline.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.