La Regione Liguria ha stanziato notevoli somme di denaro per il superamento delle barriere architettoniche

La Regione Liguria ha stanziato significative somme, per ampliare la strategia diretta al finanziamento di progetti finalizzati al superamento delle barriere architettoniche negli edifici di proprietà pubblica e privata aperti al pubblico, ma anche nei confronti di persone con ridotta capacità motoria, ai condomini di abitazioni civili e datori di lavoro dove prestano la propria attività lavorativa soggetti disabili, allo scopo di garantire il diritto all’autonomia di ogni individuo nei confronti dell’ambiente urbano.

Ciò nonostante, nelle nostre città, le barriere architettoniche e gli impedimenti alla libera circolazione delle persone diversamente abili, sono numerose e di difficile superamento, come recentemente scritto nel nostro post sull’argomento: “Addio barriere architettoniche. A Varazze? No, a Savona.” In questo contesto, l’iniziativa promossa e finanziata interamente dalla farmacia San Nazario di Piazza XXIV Maggio, la quale ha realizzato e inaugurato una rampa per consentire l’accesso al proprio locale anche alle persone con problemi di deambulazione, ci ha piacevolmente interessati. Il Dott. Fabio Renna, al quale abbiamo chiesto di parlarci delle motivazioni alla base della decisione, ci ha dichiarato: “L’opera è stata voluta per consentire alle persone disabili, ma anche alle mamme con i passeggini, agli anziani, ai turisti con le valigie, di poter accedere con facilità ad un locale di pubblica utilità, contribuendo nel contempo alla crescita della cultura dell’accessibilità per tutti”.

La rampa, in cemento armato, realizzata su progetto dell’architetto Piero Venezia, e’ caratterizzata da parapetti in acciaio inox, mentre il piano di calpestio è in pietra. Un bell’esempio di come gli operatori che lavorano con grande professionalità e passione, possono contribuire al miglioramento della vivibilità del luogo dove esercitano, sollecitando e richiamando con il loro comportamento l’attenzione delle istituzioni. Il titolare della farmacia San Nazario non è nuovo ad iniziative qualificanti e finalizzate a dare un miglior servizio alla clientela, come l’attivazione del servizio CUPA per le prenotazioni di esami radiologici e visite specialistiche presso le strutture convenzionate (unico attualmente a Varazze), avvenuta il 15 gennaio scorso. “La certezza”, ha concluso il Dr. Renna, “è quella di aver realizzato un’opera, nel primo caso, ed un servizio, nel secondo, utili per la comunità varazzina.” Concordiamo con le affermazione del Dr. Renna e riconosciamo a lui e alle sue collaboratrici, l’impegno con il quale giornalmente si prodigano, per garantire il miglior servizio possibile a tutta la comunità e in particolare alle persone più bisognose.

FONTE:

SavonaNews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.