Post ricevuto sulla raccolta di firme per la petizione sul prepensionamento dei famigliari di persone disabile.

Sedia a rotelle in cuorePost ricevuto per commentare la notizia inserita su OLTRELEBARRIERE.NET

Negli ultimi due anni abbiamo avviato una raccolta di firme sotto forma di petizione nella speranza che le Istituzioni dessero finalmente ascolto alle numerose famiglie che si curano con amore e dedizione dei propri figli spesso senza alcun supporto, privi di qualsiasi forma di recupero fisico e psicologico e soprattutto, costretti a destreggiarsi tra i mille impegni che la propria situazione comporta e il lavoro fuori casa.
In questi anni sono stati 12 i provvedimenti sull’argomento presentati in Parlamento e successivamente abbandonati tra le carte delle varie Commissioni preposte al loro esame, di fatto mai avvenuto.
Tuttavia qualcosa di nuovo sta accadendo e ci sembra doveroso segnalarvelo.
Abbiamo sempre affermato, e qui lo ribadiamo, che l’handicap dei nostri figli non ha colore politico.
Nel Luglio 2005 una delegazione ristretta del Comitato Promotore per la raccolta delle firme è stata ricevuta dalla Segreteria dell’On.le Katia Bellillo alla Camera dei Deputati per esporre per l’ennesima volta le nostre impellenti ed improrogabili necessità e contro ogni speranza già nel Dicembre scorso abbiamo visto il primo segno concreto dell’impegno promesso, e finalmente mantenuto, da un Deputato.
La Camera dei Deputati ha infatti ufficialmente accolto come raccomandazione l’Ordine del Giorno 9/6177/32 presentato dall’On.le Katia Bellillo il 15/12/2005 nella seduta n. 720 (il documento integrale è visibile sul sito www.camera.it tra i fascicoli degli Atti di Indirizzo e Controllo della XVI Legislatura) nel quale viene affermato:
«….impegna il Governo:ad emanare provvedimenti che comportino l’incremento della dotazione organica regionale degli insegnanti di sostegno assicurando una distribuzione degli stessi correlata alla effettiva presenza di alunni portatori di handicap;ad assumere iniziative legislative volte ad estendere l’applicazione del «lavoro usurante», ai lavoratori che accudiscono quotidianamente a domicilio un figlio disabile grave, permettendo ad essi di fruire delle agevolazioni previste in materia di orari, congedi e trattamento anticipato di quiescenza.»

Non aggiungiamo altro! L’On.le Bellillo ci ha garantito il massimo impegno perché si possa giungere al più presto a legiferare sul prepensionamento dei genitori di disabili gravi.
Noi ci contiamo! E non mancheremo di seguire le sue attività in seno al Parlamento con speranza ma anche, e soprattutto, con spirito critico.

WWW.EDSCUOLA.IT
 

7 pensieri su “Post ricevuto sulla raccolta di firme per la petizione sul prepensionamento dei famigliari di persone disabile.

  1. La speranza che con la finanziaria 2007 si legiferasse sull’argomento del prepensionamento dei genitori di disabili gravi si è miseramente infranta. Ai disabili e ai loro familiari, anche con questo governo, non si è pensato piu’ di tanto. Dobbiamo continuare nella lotta per ottenere un sacrosanto diritto….solo noi sappiamo come ci sentiamo e cosa viviamo, dobbiamo riuscire a perseverare e vincere..per noi e per i nostri figli.

  2. Spero che qualcuno decida di dare ascolto a quanti come me dopo 29 anni di lavoro e con una figlia disabile al 100% e un figlio di soli 8 anni non ce la fa più a lavorare. Non riesco a far guarire mia figlia…vorrei almeno andare in pensione per avere più tempo e più disponibilità nei suoi confronti!!!

  3. Solo per i genitori con figli disabili? Io assisto mia sorella con sindrome schizofrenica paranoide.

  4. Purtroppo penso che si creano a volte leggi inutili e onerose e nessuno provvedera’ a emanare quella per il prepensionamento per chi con amore e dedizione cura i propri cari con disabilita’

  5.  Mi fa molto piacere che l’on.Bellillo stia impegnandosi molto per fare in modo che venga concesso il prepensionamento ai genitori di figli gravemente disabili ma spero vivamente che non sia solo rivolto ai genitori lavoratori dipendenti ma che valga anche per i lavoratori autonomi!!!!

  6. Siamo nel 2008 abbiamo cambiato di nuovo governo, cosa resterà delle proposte visto che le mani in cui siamo sono altre VOI AL GOVERNO NON DIMENTICATECI, NON ABBANDONATECI E DIO VE NE RENDERA’ MERITO

  7. Sono il papà di Fabio tretaparesi spastico ,in mobilità con 35 anni di contributi e in cerca di occupazione.Io come gli altri genitori siamo in attesa che il nuovo governo qualunchue sia il colore politico approvi la bttaglia parlamentare che l”on. Belillo sta intrapendento con le famiglie. Vi ringrazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.