Il 13 ottobre a Roma la Manifestazione Nazionale dei Sordi Italiani per protestare contro la Finanziaria 2006.

Ente Nazionale Sordomuti OnlusL’ENS (Ente Nazionale Sordomuti Onlus), proclama lo stato di agitazione con una serie di manifestazioni articolate che inizieranno il 13 Ottobre a Roma per sensibilizzare media, popolazione e in particolare questo Governo, affinché la Finanziaria 2006 non diventi strumento di delegittimazione dei deboli e di discriminazione di un popolo dentro un popolo!!
Per le migliaia di sordi italiani, per i disabili gravissimi e le loro famiglie, la riduzione delle risorse destinate agli interventi sociali (Fondo per le Politiche sociali), l’assenza di regole per la loro definizione e pianificazione, la crescente “riduzione” delle risorse economiche di investimento sulle politiche dell’integrazione scolastica e dell’occupazione dei disabili; i servizi di accesso all’in(formazione) RAI – TV di Stato sempre più riduttivi, sono preoccupanti segnali di impoverimento di uno stato di DIRITTO che fonda le sue radici sulla PIENA CITTADINANZA di TUTTI i cittadini.

CHIEDIAMO

• di non toccare l’indennità di accompagnamento riconosciuta ai disabili;
• di equiparare progressivamente l’INDENNITA’ DI COMUNICAZIONE (ferma da oltre 15 anni) a quella dei ciechi totali, che è cinque volte maggiore;
• di togliere il VETO al RICORSO AMMINISTRATIVO contro i verbali di accertamento della minorazione, introdotto con l’art. 42 del D.L. n. 269/2003;
• di comprendere il sordomutismo tra le gravi patologie permanenti escluse dagli accertamenti di controllo ai sensi dell’art. 97, comma 2, della legge n. 388/2000;
• di riconoscere la gravità dell’handicap associato al sordomutismo, ai sensi dell’art. 3, comma 3, della legge n. 104/92;
• di approvare il DDL sul fondo per non autosufficienti;
• di rinnovare il Contratto di Servizio RAI in scadenza, garantendo l’accessibilità “dell’informazione” nel rispetto dei diritti fondamentali dei cittadini non udenti CHE PAGANO PER INTERO IL CANONE RAI;
• di integrare al D. M. 28/12/1995 una norma che esoneri i cittadini SORDI dal pagamento della tassa di concessione governativa, sui telefonini cellulari, come per tutti gli altri disabili;
• di prevedere maggiori risorse economiche per l’integrazione dei disabili nelle scuole di ogni ordine e grado nonché per la formazione e (ri)qualificazione degli insegnanti;
• di prevedere maggiori risorse economiche per la reale attuazione della legge 68/1999, nonché l’accesso all’occupazione dei giovani sordi, tuttora i più discriminati;
• di riconoscere la Lingua dei Segni Italiana come da direttive Europee del 1988 e 1998.

WWW.EUROSORDI.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.