Lo sportello handicap apre anche ad Aversa.

ArcobalenoIn questi giorni, l’assessore alla programmazione complessa Elia Barbato con il collega alle politiche sociali Mario Tozzi, hanno fatto un importante passo in avanti per il trasferimento, a livello locale, dell’esperienza provinciale.L’assessore Tozzi spiega che avevamo già programmato di creare,all’interno del palazzetto del sociale, uno spazio riservato ai diversamente abili. Oggi quell’intenzione diviene reale e fattiva. Le finalità dello sportello sono quelle dell’ attuazione del principio di pari opportunità, garantire il rispetto dell’autonomia e dell’indipendenza, garantire la costante disponibilità dei servizi, rimuovere gli ostacoli per la partecipazione alla vita sociale, rendere accessibili le varie sfere sociali, educare l’opinione pubblica ad essere ricettiva alle strategie di integrazione. Lo Sportello Handicap nasce, quindi, quale luogo di informazione, documentazione, ricerca, raccolta e studio di proposte e progettazione in materia di handicap.Tozzi continua dicendo di considerate le difficoltà e i disagi che nella nostra società i cittadini con handicap si trovano a dover affrontare quotidianamente, è doveroso strutturare obiettivi volti a promuovere iniziative che migliorino le condizioni di vita, l’autonomia, l’integrazione e la partecipazione dei disabili alla vita sociale. La creazione di un centro di riferimento che informi ed orienti sui diritti, sulle opportunità e sulle iniziative attuate in Terra di Lavoro e sul territorio nazionale, da enti pubblici o privati in tale campo, consentirà di colmare le lacune esistenti derivanti dalla scarsa informazione o dispersione di notizie. Attraverso l’istituzione dello Sportello Handicap, si potranno sviluppare azioni efficaci ed integrate per la promozione di politiche locali che possano contribuire al superamento dell’ handicap e all’attuazione degli obiettivi della legge quadro 104/92. Lo Sportello, oltre a costituire un importante punto di riferimento e di informazione per tutto il bacino di utenza cittadino (singoli, famiglie, scuole, associazioni), potrà essere un valido strumento operativo per la valutazione e la gestione degli interventi socio-assistenziali da progettare ed attuare, in quanto le informazioni di carattere sociale, raccolte ed analizzate, daranno un quadro preciso e ben delineato del fenomeno dell’ handicap a livello locale. I servizi erogati dallo sportello riguardano l’informazione, la consulenza, anche on line, l’orientamento professionale, la ricerca e l’innovazione, l’analisi del territorio e il monitoraggio dei bisogni.

WWW.CASERTANEWS.IT
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.