Il 04 Aprile 2010 Giornata Nazionale per la Ricerca sulle Lesioni Midollari

Lo slogan scelto è «Si alzi chi può», la parola chiave è «qualità della vita», il tema al centro è la ricerca. Sono questi gli elementi che caratterizzeranno la Giornata nazionale della persona con lesione midollare, che sarà celebrata domenica prossima 4 aprile. In occasione dell’iniziativa il Faip ha organizzato una campagna di sensibilizzazione e una raccolta fondi (è possibile donare due euro inviando un sms al numero 45507) con l’obiettivo di ribadire ai media, alle istituzioni e all’opinione pubblica l’urgenza di investire di più in una ricerca seria e validata, che deve essere orientata a migliorare in maniera sostanziale la qualità della vita della persona con lesione al midollo spinale e di garantire strutture e servizi all’altezza.

RICERCA ANNO ZERO – «Sul piano della ricerca siamo all’anno zero, in questi anni c’è stata un’importante transizione sui progetti, ma i fondi restano ancora pochi- sottolinea Fabrizio Bartoccioni, presidente di Vertical-. Ci sono ricercatori disposti a mettere il loro genio a nostra disposizione, ma devono essere messi in condizione di lavorare. Noi, di contro, stiamo cercando di capire come muoverci soprattutto sul versante dell’ottimizzazione delle risorse». In particolare il Faip ribadisce il suo incoraggiamento per la ricerca di base sulle cellule staminali, che rappresentano una nuova frontiera per lo studio della rigenerazione del midollo spinale. «Bisogna però informare correttamente i cittadini, sgombrando il campo dalle false speranze- sottolinea il presidente del Faip Raffaele Goretti-. Gli studi di base sulle staminali vanno tenuti distinti dalla loro applicazione clinica. Su questo fronte, un dato emerge con chiarezza: a oggi, a fronte di rischi gravi, non ci sono prove scientifiche che i trapianti di cellule staminali effettuati abbiano contribuito a migliorare le condizioni e la qualità della vita dei pazienti curati».

LA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE – Obiettivo della campagna di sensibilizzazione è, infatti anche quello di condannare tutti i cosiddetti «santoni», che millantano ricerche dai risultati eccezionali e alimentano l’illusione del «miracolo» di essere rimessi in piedi senza alcun fondamento scientifico. La Giornata è inoltre sostenuta dal Segretariato sociale Rai. «Ci vuole più coraggio anche nel fare inchieste giornalistiche sui santoni che promettono la guarigione immediata – sottolinea Carlo Romeo -. Ogni giorno si sente dire che il sociale è noioso, anche il nuovo contratto di servizio Rai è perfettibile rispetto al sociale. Ma per quanto riguarda la campagna del Faip ci impegneremo a mandare più spot possibili».

FONTE:

Corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.