Alle Cinque Terre realizzato un nuovo Percordo Subacqueo per Disabili

La zona di immersione offre varie tipologie di fondale che vanno da quello roccioso a quello sabbioso, mostrando anche molte specie animali e vegetali. Vi si possono ammirare le praterie di Posidonia Oceanica e la Pinna Nobilis, ma anche cernie, aragoste e murene. Il percorso, che richiede un brevetto di primo livello ”open water”, si trova ad una distanza di circa duecento metri dalla costa e si percorre in 45-50 minuti. Il sentiero realizzato per i sub disabili nelle acque di Monterosso dall’Area Marina protetta Cinque Terre (La Spezia), e’ stato rimesso a nuovo.

Il percorso subacqueo, che si estende circolarmente per duecento metri sul fondale di fronte al promontorio di Punta Corone, e’ stato completamente monitorato e riqualificato, procedendo alla sostituzione della boa di riferimento e della vecchia cima, colonizzata da organismi marini che ne rendevano difficoltoso lo scorrimento manuale. ”Il cavo di riferimento, lungo il quale il sub si muove scendendo anche ad una profondita’ di 12 metri – spiega Dario Ferrari, sub del Diving Punta Mesco – deve essere regolarmente sostituito quasi ogni anno, perche’ viene incrostato o meglio colonizzato dagli organismi marini”.

FONTE:

Adnkronos.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.