Andria: Non c’è spazio per i diversamente abili

grilli andriesi“Una città nella quale vige ormai un’unica regola: vince sempre il più forte!!!
Ed i deboli? Non c’è spazio per questa gente all’interno della nostra grande città, bella, antica, gloriosa e adesso anche provincia.
La conferma di questa logica si avverte nell’attenzione che, da tutti, viene rivolta ai cittadini più deboli e molte volte indifesi: i portatori di handicap.

Senza considerare la situazione indecente e poco degna di un paese civile che hanno dovuto subire due nostre piccole concittadine portatrici di handicap che giunte con la Bari-Nord a Barletta per andare a Teatro con la loro classe, vista la mancanza di pedane per scendere e salire le scale del sottopassaggio, hanno avuto come loro unica risorsa le braccia della loro madre. Vergogna!!!

I cittadini andriesi sono tra le espressioni peggiori di una certa tipologia di attenzione verso queste problematiche: parcheggi per portatori di handicap occupati da auto che hanno un unico handicap,
il loro autista; auto parcheggiate che bloccano quei pochi passaggi che possono essere utilizzati sui marciapiedi. Questi sono solo alcuni aspetti delle problematiche legate alla viabilità.

Ma l’utilizzo dei marciapiedi cittadini per un disabile è impossibile anche perché abbiamo situazioni al limite dell’incredibile come l’occupazione abusiva di suolo pubblico: ormai da più di un anno io ed il mio gruppo, abbiamo posto l’attenzione sui fruttivendoli e su tutte quelle attività che abusivamente occupano i marciapiedi, impedendo l’utilizzo di questi ultimi non solo da parte dei disabili ma anche di qualsiasi altro cittadino. Ma al momento nessuna risposta definitiva per la città è pervenuta dall’Assessore Volpe, competente per tale problematica, oppure dal Sindaco che con una semplice ordinanza potrebbe risolvere il problema.
Ma questo, visti i precedenti, ce lo saremmo aspettati.

Ma permettetemi di porre la lente di ingrandimento su un nuovo caso di grande considerazione nei confronti dei diversamente abili.
In questi giorni in diverse zone della nostra città si stanno rifacendo i marciapiedi.
Cosa ottima mi verrebbe da dire.
Invece non posso dirlo e non posso scrivere quello che veramente vorrei dire.
Tutti i marciapiedi in rifacimento (magari ne può essere scappato qualcuno, ma la maggior parte purtroppo è così), sono assolutamente privi delle apposite discese per i disabili.
Tutti terminano, anzi, con grandi altezze che renderanno pericolosissimo il percorso per questi nostri concittadini.
Ora mi chiedo: ma chi ha autorizzato la messa in opera di questi marciapiedi senza controllare che fossero rispettate le norme che prevedono che questi siano utilizzabili anche dai disabili?

Probabilmente questo evento è stato causato da una assurda mancanza di telecamere delle televisioni locali all’inaugurazione di questi lavori. Infatti l’Assessore Bruno, praticamente presente ad ogni messa in opera, presente sempre con contemporanea presenza di telecamere, questa volta non era presente, vista la mancanza di servizi giornalistici sulle testate locali.
Forse questo ha causato questo gravissimo problema?
Ed allora voglio concludere questo intervento con una richiesta: Assessore con o senza telecamere, cerchi di recuperare questa svista, almeno dove ancora i marciapiedi non sono stati terminati, in maniera tale da rendere questa città una vera Città di Persone, una città che sia capace di proteggere e tutelari i più deboli e in difficoltà.
Diversamente l’unico sentimento possibile è la vergogna di una intera comunità”.

FONTE:
Bat24ore.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.