ABC Sardegna: Niente più tagli per i disabili

Grazie al lavoro fatto in molte parti della Sardegna da parte di persone con disabilità, le loro famiglie e le organizzazioni in prima linea per l’attuazione della legge 162/98, la Giunta Regionale ha emanato il 21 dicembre scorso la delibera numero 45/18 che modifica quanto introdotto nell’ottobre scorso reintegrando i finanziamenti ai piani personalizzati, recependo le indicazioni dell’Ordine del Giorno del Consiglio regionale del 18 novembre, cui sono seguite le indicazioni e pareri della Commissione Consiliare competente in materia.

Spagna: Città accessibile ai disabili

Città italiane ancora lontane dagli standard europei di accessibilità secondo l’Unione europea. Il primo premio per la città a misura di disabili è andato a una città spagnola, Avila. Premiate anche Barcellona, Colonia e la finlandese Turku. Non sono entrate in finale le tre città italiane – Parma, Reggio Emilia, Cuneo -selezionate dalla giuria nazionale tra 66 partecipanti.

Brescia: Arrivano i Cassonetti per Disabili e Anziani

Sono quasi 250 nei diversi quartieri della città e si distinguono da quelli che i cittadini erano soliti vedere fino a pochi giorni fa per la diversa colorazione. Nel territorio di tutte e cinque le Circoscrizioni sono arrivati nelle ultime settimane i cassonetti «diversamente accessibili», realizzati per facilitare il conferimento alle persone diversamente abili ma […]

Un Museo Tattile per non vedenti a Montevarchi

Primo test per il Cassero per la Scultura. Il museo diretto da Alfonso Panzetta si appresta ad entrare in una particolare e prestigiosa classifica: quella dei musei italiani che offrono dei percorsi per non vedenti ed ipovedenti.

A Bologna il 3-4 Novembre si terrà il forum sulla non autosufficienza

I trend sulla non autosufficienza in Emilia-Romagna parlano di un aumento degli anziani 80 del 220% tra il 1981 e il 2020. Se a questo si aggiunge l’aumento delle disabilità acquisite (incidenti, progressi della medicina ecc.), la ridotta capacità di cura delle famiglie (genitori e figli vivono spesso lontani, gli anziani abitano sempre più da soli) e il calo delle risorse per i servizi rendono la situazione attuale particolarmente difficile.