Lettera aperta dall’Associazione Claudia Bottigelli ai politici.

Logo dell'Associazione Claudia Bottigelli Sono la presidente di un’associazione di Torino che si occupa di famiglie che hanno figli con gravissime disabilità, molti di loro hanno come compagno di vita un respiratore e altri macchinari, vivo e vedo quotidianamente situazioni con serie e pressanti problematiche inerenti carenza in campo sanitario e assistenziale :

Assistenza domiciliare sanitaria insufficiente.

Forniture ausili al limite del buon senso con gravi penalizzazioni di carattere economico per le persone disabili.

Riabilitazione fisioterapica e logopedica domiciliare e ambulatoriale frammentaria e insufficiente.

Medicinali costosi e troppo spesso a totale carico delle famiglie.

Sussidi economici ai nuclei monogenitoriali con figli disabili, insufficienti a garantire una vita dignitosa , le pratiche burocratiche hanno poi dei tempi troppo lunghi per chi si trova improvvisamente senza lavoro.

L’ indennità d’accompagnamento per i disabili al 100% è attualmente di 450 euro mensili e la pensione d’invalidità per i maggiorenni è di 238 euro , assolutamente insufficiente per garantire il necessario per vivere e se non fosse per le famiglie che si fanno carico di tutte le spese queste persone sarebbero destinate alla morte per inedia.

Ma tutto questo grande impegno che le famiglie compiono con grande amore e dedizione per i loro figli non viene preso in considerazione da chi, politico e responsabile della qualità di vita di tutti i cittadini dovrebbe legiferare in merito.

Nella campagna elettorale da poco iniziata abbiamo sentito annunciare da lei onorevole Berlusconi aumenti delle pensioni per gli anziani ,addirittura a 800 euro mensili, l’onorevole Prodi promette un assegno annuale per i bambini fino a tre anni d’età di 2500 euro e la costruzioni di nuovi asili nido.

Mi sembra a questo punto che i casi sono due o voi politici avete così poca considerazione del popolo italiano che pensate sia composto da persone disposte a credere a promesse che rimarranno tali per mancanza di risorse oppure il nostro Paese è in condizioni floride e perfettamente in grado di soddisfare queste e altre promesse.

Se le risorse non mancano come mai non avete pensato a aumentare la misera pensione d’invalidità percepita dai totalmente invalidi?

Sono a conoscenza e spero lo siate anche voi che le persone disabili sono più di tre milioni in Italia e circa la metà è totalmente dipendente da altri con i costi umani e economici conseguenti..

Questi altri che nella maggior parte dei casi sono i genitori non hanno gli stessi diritti di tutti i cittadini ?

Oppure il fatto di aver dato vita a una persona disabile li pone in una luce e un’ottica diversa di fronte alla politica e da chi la gestisce?

La disabilità così come tutti i grandi temi sociali riguarda tutti , non è un “privilegio” di una piccola parte della popolazione e trascurando questo argomento si trascura parte della nostra Costituzione

Art. 2.

La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Art. 3.

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

Che la Costituzione sia già stata messa in discussione ne sono a conoscenza , ma al momento è ancora in vigore quella scritta dai Padri della nostra Repubblica.

WWW.CLAUDIABOTTIGELLI.IT

Un pensiero su “Lettera aperta dall’Associazione Claudia Bottigelli ai politici.

  1. salve sono invalido 100×100 con accomp causa inc stradale prima dell’incidente facevo lavori saltuari perciò non avevo contributi versati ,adesso vivo con 711 euro al mese ho 4 figli di cui 3 minori causa la mia grave patologia mia moglie non può svolgere nessuna attività lavorativà.penso che non ci siano anziani ma anche persone come me che ho 42 che mi sento finito sia fisicamente che moralmente.grazie buongiorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.