Cagliari: La Regione stanzia 42 milioni per le Persone Disabili Gravi

DenaroSono oltre 42 milioni di euro i fondi destinati alla realizzazione di quasi 20mila progetti personalizzati e co-progettati dalle persone e loro famiglie coi Comuni di residenza. A renderlo noto l’Associazione Bambini Cerebrolesi (Abc) Sardegna, che ha riferito come il 10 dicembre scorso la giunta della Regione Sardegna abbia dato via al finanziamento dei piani personalizzati di sostegno per le persone con handicap grave, annualità 2008, sia in continuità che nuovi, da attuarsi nel corso del 2009. Il provvedimento della Regione assegna ai Comuni i finanziamenti per assicurare la piena operatività e continuità dei piani personalizzati a partire dal 1 gennaio 2009 e comprende anche un documento sul monitoraggio dell’attuazione del programma regionale.

Sono stati finanziati tutti piani secondo i criteri già stabiliti e attuati con una novità, fa sapere l’Abc Sardegna: le famiglie in cui sono presenti due o più disabili possono accedere al finanziamento se il loro reddito complessivo non è superiore a 85mila euro. Il finanziamento riconosciuto è decurtato del 20%, come previsto per la fascia di reddito “fino a € 70.000.000” (punto 6.2 dell’Allegato A della delibera 28/16 del 1.7.2005). Restano le due scadenze per la presentazione dei piani personalizzati: il 30 aprile (per i nuovi che non avendo ancora la certificazione di gravità entro il 30 settembre 2008, non avevano potuto presentare ancora il piano) e il 30 settembre (per tutti gli altri, compresi i rinnovi). Come l’anno scorso, inoltre, i Comuni avranno una prima erogazione del finanziamento che è annuale (cioè finanziato per 12 mesi) e poi in base alla data dell’avvio effettivo dei piani, la successiva trance, a completamento dei 12 mesi.

Sono confermati nella delibera regionale, entro il programma del fondo per la non autosufficienza “i piani personalizzati 162/98” nelle due “tipologie”: il programma d’interventi a favore di bambini, giovani e adulti con disabilità grave che prevede, prevalentemente, percorsi educativi per sviluppare la piena potenzialità della persona, per la promozione dell’autonomia e di vita indipendente, la piena integrazione nella famiglia, nella scuola e nella società; il programma regionale a favore degli anziani non autosufficienti ultrasessantacinquennni con criteri e modalità di accesso alle prestazioni differenziati rispetto ai piani 162/98, con tipologie di intervento più rispondenti alle esigenze di questa popolazione, finalizzati prioritariamente a favorire l’autonomia e la permanenza nell’ambiente familiare.

Diversi Comuni stanno inviando alle famiglie la lettera di comunicazione per il finanziamento e l’avvio del piano, precisa Abc Sardegna aggiungendo che in è comunque bene sentire il proprio Comune e assistente sociale, se non si hanno avute già da loro comunicazioni.

La delibera regionale è consultabile nel sito della regione http://www.regione.sardegna.it/j/v/66?v=9&c=27&c1=1249&n=10&s=1&mese=200812&giorno=10

FONTE:

SuperAbile.it 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.