EasyJet: Disabile bloccata a Malpensa

easyjetNon si è conclusa la vicenda del disabile cui è stato negato l’imbarco su un volo EasyJet a Malpensa diretto a Lamezia Terme. L’Enac, ente per l’aviazione civile, ha avviato un accertamento sull’episodio denunciato da Giuseppe Trieste, che guarda caso è presidente dell’associazione Fiaba (Fondazione italiana per l’abbattimento delle barriere architettoniche). L’Enac, spiega una nota, «sta verificando il rispetto del regolamento comunitario che tutela i diritti dei passeggeri diversamente abili e a ridotta mobilità e che attribuisce ai gestori aeroportuali e alle compagnie aeree una serie di obblighi che se non rispettati possono determinare delle sanzioni». «Mi hanno lasciato a terra perché sono disabile – ha denunciato Trieste -. Al check in mi hanno detto che senza accompagnatore la compagnia non accettava persone disabili». La compagnia si è difesa dicendo che nella sua prenotazione, fatta online, non era stato inserito il codice specifico di richiesta assistenza, richiesto dalla compagnia in questi casi.

Sulla vicenda è intervenuto il vicepresidente della Commissione europea e commissario ai Trasporti, Antonio Tajani, il quale sottolinea che «le persone a mobilità ridotta o con disabilità devono poter viaggiare in aereo in condizioni simili agli altri cittadini. Le discriminazioni non sono tollerabili». Tajani ha incaricato la Direzione generale trasporti della Commissione di verificare se sia stato violato il regolamento 1107/2006 che stabilisce i diritti dei passeggeri a mobilità ridotta e dei disabili nel trasporto aereo.

FONTE:
Corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.