assistente sessuale disabili

Come avere una carrozzina per disabili gratis

Come avere una carrozzina per disabili gratis

Per chi ha ridotte funzionalità motorie la sedia a rotelle, chiamata anche carrozzina per disabili, rappresenta  un presidio essenziale per poter avere un po’ di autonomia di movimento e rendere agevoli attività altrimenti impossibili. La carrozzina, seppur non sostituisce appieno l’uso delle gambe, consente di spostarsi e di migliorare la qualità della vita di chi, temporaneamente o definitivamente, non può affidarsi ai propri arti.

La carrozzina diventa quindi indispensabile per condurre una vita il più normale possibile.

Lo scopo principale a cui deve assolvere la sedia a rotelle è semplificare gli spostamenti e permettere  alla persona di muoversi in autonomia o semi autonomia nel post operatorio, in età avanzata o in presenza di disabilità.

Che procedura si deve seguire per ottenere la sedia a rotelle gratis?

Vista l’essenzalità della carrozzina, il Sistema Sanitario Italiano permette  ai pazienti che presentano particolari patologie ed agli anziani, quindi ha chi ha diritto, di richiedere alla propria ASL di appartenenza di  ottenere in forma gratuita questo dispositivo medico. E’ bene precisare che ogni regione ha il proprio regolamento, quindi è necessario informarsi personalmente presso gli uffici dell’ASL più vicini per comprendere la procedura esatta da seguire.

In linea generale, l’iter per avere una carrozzina per disabili gratis consiste nella prescrizione, nell’autorizzazione, nella fornitura ed infine nel collaudo del prodotto. Vediamo ogni voce nel dettaglio.

Prescrizione

La prescrizione viene redatta generalmente dal medico specialista in disabilità, include la diagnosi e la precisa indicazione del prodotto che servirà al paziente, compresi eventuali adattamenti per la personalizzazione.  In questa fase si può sentire parlare del nomenclatore tariffario.

Il Nomenclatore Tariffario è il documento emanato e periodicamente aggiornato dal Ministero della Salute che stabilisce la tipologia e le modalità di fornitura di protesi e ausili a carico del Servizio Sanitario Nazionale. Contiene una catalogazione ed una codificazione di tutti gli ausili. In questo documento è altresì previsto un importo massimo per ogni ausilio, pertanto in base al modello è possibile ottenere dallo stato un importo totale o parziale per la carrozzina, cosi come per altri dispositivi.

Autorizzazione

Una volta ottenuta la prescrizione medica è necessaria  l’autorizzazione finale   rilasciata dall’ASL di residenza dopo aver valutato lo stato del paziente,  la prescrizione medica e tutte le informazioni relative al dispositivo ( scheda tecnica, codici)

Fornitura

Nel momento in cui l’autorizzazione della pratica è stato fornita, si procede con la fornitura dell’ausilio che avviene da parte dell’azienda fornitrice che deve rispettare i tempi di consegna previsti dal D.M. 332/99.

Collaudo

La fase finale della procedura per avere una carrozzina per disabili gratis è il collaudo che consiste nella verifica da parte di uno specialista nella corrispondenza tra quanto prescritto e quanto fornito. Il collaudo avviene genereralmente entro 15 giorni dalla consegna della carrozzina.

Tempi per avere una carrozzina per disabili gratis

Il tempo che intercorre tra la richiesta e la risposta da parte della ASL è di  circa venti giorni. I tempi di consegna del dispositivo da parte della azienda fornitrice sono previsti dal D.M. 332/99, il collaudo avviene entro 15 giorni dalla comunicazione di avvenuta consegna.

Infine è bene ricordare che è il  Medico specialista a valutare e decidere il dispositivo più adatto alle esigenze del disabile.  La ASL  non può rifiutare un ausilio per motivi di bilancio in quanto  il diritto alla salute rappresenta un valore preminente rispetto a qualunque altro tipo di interesse incluso il contenimento della spesa pubblica. Se si ha diritto ad avere la carrozzina per disabili gratis, quindi, è nostro dovere farlo valere.

Tipologie di sedie a rotelle

Le sedie a rotelle non sono tutte uguali, e oggi sono in grado di adattarsi ad ogni esigenza del disabile. Ecco le principali tipologie di carrozzine.

Carrozzine leggere

Le sedie a rotelle dette “leggere” pesano circa  8 – 10 kg sono quindi facili da trasportare e sono agevoli anche per il disabile che può facilmente manovrarle in autonomia.

Carrozzine superleggere

In questa categoria rientrano carrozzine realizzate in particolari leghe di metallo che pesano sotto gli 8 chili. In questa categoria ci sono anche sedie a rotelle pieghevoli. Una volta chiuse queste carrozzine occupano pochissimo spazio e quindi si rivelano molto utili nei casi in cui si abbia necessità di trasportare la carrozzina in auto.

Carrozzine elettriche

Le carrozzine elettriche sono specifiche per tutti i disabili che non hanno la possibilità di spingere la carrozzina con gli arti superiori. Sono ricaricabili e si possono  guidare attraverso l’impiego di un joystick, generalmente collocato accanto al bracciolo ma, all’occorrenza, anche in altri punti agevoli per il disabile.

Carrozzine sportive

In questa categoria rientra una vasta gamma di carrozzine utili a sportivi che, a seguito di un incidente invalidante, intendono proseguire la loro attività sportiva.  I modelli cambiano a seconda dello sport ed in base alle esigenze del disabile.

Carrozzine da spiaggia

Questo tipo di sedia a rotelle consente al disabile di muoversi in  spiaggia. Si tratta di carrozzine  impermeabili adatte a percorrere ogni tipologia di terreno.

Carrozzine  da bagno

Sono costruite con materiali idrorepellenti, e sono impiegate  come ausilio durante i servizi di igiene personale come docce e toeletta.

Carrozzine con schienale reclinabile

Queste sedie a rotelle hanno un comando elettronico che consente di sdraiare o  alzare lo schienale. Sono idonee per chi soffre di gravi patologie che costringono all’immobilità.

Prezzi sedie a rotelle

Le carrozzine per disabili hanno una fascia di prezzo molto vasta che arriva anche fino ai  4.000 Euro per i modelli più avanzati. E’ bene specificare che le sedie a rotelle per invalidi, disabili e anziani sono considerati ausili medici e sono quindi soggetti a detrazioni ed agevolazioni.

Chi ha una disabilità pari o superiore al 34%, ha diritto di ottenere la sedia a rotelle in modalità gratuita o semi gratuita da parte del Sistema Sanitario Nazionale.

Qualora  la disabilità dovesse essere inferiore si deve tenere presente che il costo della carrozzina ha l’Iva ridotta al 4% e gode delle detrazioni IRPEF pari al 19%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.